Stampa 2011-2015

 

CRONOLOGIA STAMPA D’ANNATA

 

In questa rubrica vi sono gli articoli che la stampa locale ha ritenuto di pubblicare sulla “obbligata partecipazione” nell’Unicredit del gruppo di minoranza dell’ex controllata Banca Mediterranea del sud Italia.

Il gruppo è composto soltanto da soci persone fisiche ed è impegnato da oltre quattordici anni nella vertenza risarcitoria – non ancora definita – per i gravi danni subiti nel 2000 dalla fusione per incorporazione di Banca Mediterranea in Banca di Roma/Capitalia e (dal 2007) Unicredit.

Questa fusione per incorporazione veniva varata a maggioranza il 26 aprile 2000 a Potenza unicamente per il voto espresso in patente conflitto di interesse dall’allora controllante Banca di Roma e rientrava, nell’ambito di un lucido ed organico progetto tecnico-politico di “forti e selvagge concentrazioni bancarie” avviato negli anni novanta ed attuato nel medio-lungo periodo per favorire le maggiori banche nazionali e soprattutto i loro banchieri e manager, insieme ai loro referenti istituzionali.

Per tutelare e sostenere le proprie posizioni risarcitorie, il gruppo di minoranza è costretto a seguire le evoluzioni del soggetto responsabile dei gravi danni determinati ai soci di minoranza dalla fusione per incorporazione di Banca Mediterranea e pertanto lo stesso gruppo minoritario ha dovuto finora partecipare a tutte le 28 assemblee societarie di Banca di Roma/Capitalia-Unicredit tenute dal 2000 al 2014 a Roma, Milano e Genova (in aggiornamento sul blog l’assemblea di bilancio Unicredit tenuta il 13 maggio 2014 a Roma).

Inoltre, come si può meglio leggere nella rubrica “ASSEMBLEE” del blog, anche a seguito della persistente crisi finanziaria sorta nel 2008 (con micidiale recidiva nel 2011) per la condotta dei principali istituti di credito, il gruppo di minoranza dell’ex Banca Mediterranea (costretto a confluire nel 2007 in Unicredit) ha trovato utile svolgere un’attività conoscitiva – pur limitata – sull’operato di altre importanti istituzioni creditizie.

E di conseguenza nel periodo 2012-2014 la sua rappresentanza ha preso parte “in veste osservativa” alle seguenti assemblee bancarie:
Intesa San Paolo, diretta concorrente di Unicredit nelle date 12 maggio 2012 (bilancio 2011), 22 aprile 2013 (bilancio 2012), 8 maggio 2014 (bilancio 2013, quest’ultima assemblea in aggiornamento su questo blog) a Torino;
Monte dei Paschi di Siena, la 3a banca italiana, colpita dai clamorosi scandali coinvolgenti anche Giuseppe Mussari (ex Presidente ABI – Associazione Banche Italiane) nelle date 27 aprile 2012 (bilancio 2011), 29 aprile 2013 (bilancio 2012), 28 dicembre 2013 (aumento di capitale sociale fino a 3 miliardi di euro) e 29 aprile 2014 (bilancio 2013, quest’ultima assemblea in aggiornamento su questo blog) a Siena;
Banca Popolare di Sondrio, 15a banca italiana, avente natura societaria cooperativa differente da quella di Unicredit e Intesa San Paolo e MPS, nelle date 27 aprile 2013 (bilancio 2012) e 26 aprile 2014  (bilancio 2013, quest’ultima assemblea in aggiornamento su questo blog) a Bormio (So);
Credem, 10a banca italiana,  nelle date 30 aprile 2013 (bilancio 2012) e 30 aprile 2014 (bilancio 2013, quest’ultima assemblea in aggiornamento su questo blog) a Reggio Emilia.

 

2015 | 2014 | 2013 | 2012 | 2011